NEWS / EVENTI



Livorno piange la scomparsa di Maurizio Biagini

pubblicata martedì 19 luglio 2022
Livorno piange la scomparsa di Maurizio Biagini Una brutta notizia per l’arte livornese . È scomparso improvvisamente l’amico Maurizio Biagini . A tutta la famiglia le più sentite condoglianze 💐da parte della redazione di ‘Arte a Livorno e oltre confine ‘.
Maurizio Biagini è morto all'età di 57 anni
L'artista livornese,protagonista di un singolare percorso che ha inteso il suo lavoro come denuncia sociale attraverso la pittura, è morto improvvisamente, martedì 19 luglio, nella sua abitazione di via Catalani a Livorno, in seguito a un malore, all'età di 57 anni. L'assessore alla Cultura del Comune di Livorno, Simone Lenzi, ha espresso le condoglianze dellaAmministrazione e della città ai familiari e a quanti gli hanno voluto bene. "Maurizio Biagini - ricorda l'assessore Lenzi - nel 2016 è stato anche protagonista di un'ampia e bella mostra monografica al Museo Giovanni Fattori, intitolata 'Approssimativa'. Una personale di grande qualità, promossa dal Comune e da lui dedicata interamente a Livorno, la sua città, amata e un po' odiata allo stesso tempo, una sfilata di ritratti di personaggi, monumenti, squarci, tratteggiati a grandi linee, approssimati, per far vedere i loro pregi anche attraverso i loro difetti. Una grave perdita per l'arte cittadina e non solo".

Maurizio era un figlio d'arte (il padre era il pittore Gianfranco Biagini, scomparso anche lui pochi anni fa ). Maurizio Biagini, che nella vita di tutti i giorni era stato ristoratore e lavoratore in un supermercato della sua città, alla metà degli anni '80 iniziò a presentare il suo lavoro, legato alla Pop Art, come denuncia: figure solitarie, uomini inermi, lucciole in attesa del cliente, ubriachi, sbandati, bambini; ritraeva i deboli usando tele piene di colori oppure in quadri monocolore. Negli anni '90 iniziò poi a lavorare per la prima volta su grandi dimensioni, con la figura umana quasi trasbordante dalle tele. Prosegue la sua sperimentazione nel campo del Pop italiano e dagli anni 2000 si dedica a dipingere per cicli spostando la centralità del suo lavoro, cioè le citazioni del passato casuali, che ora diventano fondamentali. sue opere sono state collocate in pinacoteche comunali e nazionali (Roma, Viareggio, Cascina, Castiglioncello, Lucca, Donoratico, Campiglia M.ma, Venturina, Torrita, Massarosa, Lastra a Signa, Arezzo, Sinalunga, Carrara, Gallarate, Ravenna, Cesena, Forlì, Larciano ricevuto numerosi riconoscimenti, come il Premio Bolgheri e il Premio Rotonda Città di Livorno. I suoi quadri sono stati acquistati da collezionisti sia in Italia che all'estero e sue opere si trovano a Milano, Parma, Firenze, Siena, Roma, La Spezia, Alessandria, Treviso ed in particolare nelle province di Livorno e Pisa. All'estero in collezioni private in Francia, Nuova Zelanda, Scozia, Usa, Germania e Svizzera.
 



Altre news / eventi


Franco Sumberaz in mostra a Volterra Franco Sumberaz in mostra a Volterra pubblicata martedì 9 agosto 2022 Fino al 4 settembre

Mostra di Franco Sumberaz

Teatro Persio Flacco, via Lungo le Mura del Mandorlo 25, Volterra

Mostra personale di Franco Sumberaz, con la direzione artistica di Stefano Mecenate. Orario: dalle 10 [...]
>>>


 
Il gioco della natura ad Effetto Venezia 2022 Il gioco della natura ad Effetto Venezia 2022 pubblicata martedì 2 agosto 2022 IL GIOCO DELLA NATURA • INSTALLAZIONI ARTISTICHE
Installazioni
Strade del quartiere La Venezia
Dal 03/08 al 07/08 · Dalle 19:00
a cura di Gaia Bindi

Effetto Venezia 2022 ospita la mostra “Il gioco della natura”, a cura [...]
>>>


 
I mestieri del cinema , al via la mostra di Valentina Restivo I mestieri del cinema , al via la mostra di Valentina Restivo pubblicata sabato 30 luglio 2022 BIBLIOTECA LABRONICA DI VILLA MARIA
CENTRO DI DOCUMENTAZIONE SULLE ARTI DELLO SPETTACOLO


LA BELLA ESTATE
i mestieri del cinema
VILLA MARIA
1/26 AGOSTO

Lunedì 1 agosto alle ore 18.30 avrà inizio LA BELLA [...]
>>>


 
La più bella del mondo La più bella del mondo pubblicata sabato 30 luglio 2022 Dal 3 agosto (ore 19.00) al 30 ottobre al Museo della Città

“La più bella del mondo”: mostra fotografica
dedicata all’ “Amerigo Vespucci”

Protagonisti gli scatti di Maki Galimberti e Massimo Sestini


- Livorno [...]
>>>


 
I Tommaso sono nati per dipingere I Tommaso sono nati per dipingere pubblicata mercoledì 27 luglio 2022 In occasione della 72° mostra del Gruppo Labronico con un omaggio al Club La Bohème
all’interno di un ciclo di conferenze il presidente del Gruppo Labronico Michele Pierleoni ha il piacere di invitarvi alla conferenza di Alessandra Rey [...]
>>>




Altre news / eventi »»


 
© 2022 Rivista Culturale Arte a Livorno... e oltre confine