NEWS / EVENTI



Jeff Koons in mostra a Firenze

pubblicata mercoledì 13 ottobre 2021
Jeff Koons in mostra a Firenze Dal 2 ottobre 2021 Palazzo Strozzi ospita una nuova grande mostra dedicata a Jeff Koons, una delle figure più importanti e discusse dell’arte contemporanea a livello globale. A cura di Arturo Galansino e Joachim Pissarro, la mostra porta a Firenze una selezione delle più celebri opere di un artista che, dalla metà degli anni Settanta a oggi, ha rivoluzionato il sistema dell’arte internazionale.

Sviluppata in stretto dialogo con l’artista, la mostra Jeff Koons. Shine ospita prestiti provenienti dalle più importanti collezioni e dai maggiori musei internazionali, proponendo come originale chiave di lettura dell’arte di Jeff Koons il concetto di “shine” (lucentezza) inteso come gioco di ambiguità tra splendore e bagliore, essere e apparire.

Autore di opere entrate nell’immaginario collettivo grazie alla capacità di unire cultura alta e popolare, dai raffinati riferimenti alla storia dell’arte alle citazioni del mondo del consumismo, Jeff Koons trova nell’idea di “lucentezza” (shine) un principio chiave delle sue innovative sculture e installazioni che mirano a mettere in discussione il nostro rapporto con la realtà ma anche il concetto stesso di opera d’arte. Le opere dell’artista americano pongono lo spettatore davanti a uno specchio in cui riflettersi e lo collocano al centro dell’ambiente che lo circonda. Come afferma lo stesso Koons: “Il lavoro dell’artista consiste in un gesto con l’obiettivo di mostrare alle persone qual è il loro potenziale. Non si tratta di creare un oggetto o un’immagine; tutto avviene nella relazione con lo spettatore. È qui che avviene l’arte”.

La mostra è promossa e organizzata da Fondazione Palazzo Strozzi. Sostenitori: Comune di Firenze, Regione Toscana, Camera di Commercio di Firenze, Fondazione CR Firenze, Comitato dei Partner di Palazzo Strozzi. Main partner: Intesa Sanpaolo.

Jeff Koons

Photo by Chris Fanning, 2011
Jeff Koons nasce nel 1955 a York, Pennsylvania. Ha studiato al Maryland Institute College of Art di Baltimora e alla School of the Art Institute di Chicago. Vive e lavora a New York.

Dalla prima mostra personale nel 1980, le sue opere sono state esposte nelle principali gallerie e istituzioni di tutto il mondo. Nel 2014 il Whitney Museum of American Art lo ha celebrato con Jeff Koons: A Retrospective, ospitata poi dal Centre Pompidou di Parigi e dal Guggenheim Museum di Bilbao.

Jeff Koons è noto per opere iconiche come Rabbit e Balloon Dog o per la monumentale scultura floreale Puppy (1992), esposta al Rockefeller Center e in seguito installata permanentemente al Guggenheim Museum di Bilbao. L’artista ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti, tra cui il “Distinguished Arts Award” del Governor’s Awards for the Arts dal Pennsylvania Council on the Arts e il “Golden Plate Award” dell’American Academy of Achievement. Nel 2001 il presidente Jacques Chirac lo ha nominato “Officier de la Legion d’Honneur”, e nel 2013 il Segretario di Stato Hillary Rodham Clinton gli ha tributato la U.S Department of State’s Medal of Arts. Nel 2017 è stato il primo ospite nella residenza d’artista Mortimer B. Zuckerman Mind Brain Behavior Institute della Columbia University ed è stato nominato membro onorario della Edgar Wind Society dell’Università di Oxford. Dal 2002 è membro del Board dell’International Center for Missing & Exploited Children (ICMEC), ed è co-fondatore del Koons Family International Law and Policy Institute, istituzioni che si prefiggono di contrastare lo sfruttamento dei minori e la protezione dell’infanzia a livello globale.

Tra le sue mostre più recenti: Jeff Koons: Absolute Value. Selected works from the Collection of Marie and Jose Mugrabi (Tel Aviv Museum of Art 10 marzo 20​20-​3 aprile 2021), Appearance Stripped Bare: Desire and Object in the Work of Marcel Duchamp and Jeff Koons, Even (Museo Jumex, Mexico City 19 maggio-29 settembre 2019), Jeff Koons at the Ashmolean (Ashmolean Museum, Oxford 7 febbraio-9 giugno 2019) e Jeff Koons: Mucem. Works from the Pinault Collection (Mucem, Marsiglia, 19 maggio-18 ottobre 2021).
 

  8B1AA8B5-84C0-4D9F-9C78-53014D97DAB0.jpeg




Altre news / eventi


Galileo Chini e il Simbolismo Europeo Galileo Chini e il Simbolismo Europeo pubblicata martedì 7 dicembre 2021 Dal 7 dicembre al 25 aprile 2022, l’esposizione ‘Galileo Chini e il Simbolismo Europeo’, dedicata al pittore, illustratore e ceramista fiorentino che è stato il maggiore esponente italiano del gusto Liberty e uno dei maggiori interpreti europei [...]
>>>


 
Magazzini Generali nuovi appuntamenti Magazzini Generali nuovi appuntamenti pubblicata martedì 7 dicembre 2021 Sabato a domenica
L’art e nuove tecnologie applicate alla cultura
al Museo della città di Livorno

Appuntamenti da non perdere anche questo fine settimana al Museo della città in occasione della mostra “Magazzini generali. Le [...]
>>>


 
Galileo Chini e il Simbolismo Europeo Galileo Chini e il Simbolismo Europeo pubblicata martedì 7 dicembre 2021 Dal 7 dicembre al 25 aprile 2022, l’esposizione ‘Galileo Chini e il Simbolismo Europeo’, dedicata al pittore, illustratore e ceramista fiorentino che è stato il maggiore esponente italiano del gusto Liberty e uno dei maggiori interpreti europei [...]
>>>


 
Centenario Caffè Bardi - la mostra Centenario Caffè Bardi - la mostra pubblicata lunedì 6 dicembre 2021 Fervono i preparativi per la mostra realizzata dalla Banca di Credito Cooperativo di Castagneto Carducci e curata da Michele Pierleoni . L’evento sarà dedicato al centenario della chiusura del Caffè Bardi di Livorno.
Dal 18 dicembre 2021 [...]
>>>


 
Andrea Dani espone a ‘Colline in festa ‘ Andrea Dani espone a ‘Colline in festa ‘ pubblicata sabato 4 dicembre 2021 Mercoledì 8 dicembre in occasione dell'evento "Colline in festa" il fotografo Andrea Dani esporrà diverse fotografie presso i nuovi uffici da poco inaugurati di Senso Servizi srls, in via di Salviano 57/A.
Un occasione per ammirare una [...]
>>>




Altre news / eventi »»


 
© 2021 Rivista Culturale Arte a Livorno... e oltre confine